0
News n. 6 – Anniversario della Proclamazione di S. Francesco d’Assisi a Patrono dei Cultori dell’Ecologia Giornata per la Custodia del Creato.

29 Novembre 2016 _ A.S. 2015-2016

         

29 Novembre
Anniversario della Proclamazione di S. Francesco d’Assisi a  Patrono dei Cultori dell’Ecologia
Giornata  per la Custodia del Creato

 

Nel 1979 Papa Giovanni Paolo II proclamava S. Francesco d’Assisi Patrono Mondiale dei Cultori dell’Ecologia; ieri Papa Francesco, alla sessione plenaria  Pontificia Accademia delle Scienze,  tornava a raccomandare all’Umanità la Custodia del Creato  e diceva di farlo sulla base della scienza, sollecitando i politici del mondo ad un impegno più forte e costante per combattere i cambiamenti climatici che mettono a rischio il futuro della Terra e dell’Umanità.

Noi invitiamo a dare un concreto contributo invitando Comuni, Scuole, singole classi, alunni, e famiglie, ProLoco,  Stazioni dei Carabinieri, Associazioni … a piantare alberi ed in particolare alberi di noce, assunti come simboli di saggia ecologia (va bene però ogni altro albero).

Da oggi al 21 Marzo, data che vogliamo far divenire Festa degli Amici del Creato, piantare alberi, chiedere, come vuole, la legge che ad ogni nato venga piantato un albero, che in ogni Comune si individui un terreno che diventi Bosco per il Creato! Sarà un modo concreto di combattere l’innalzamento della temperatura ed i cambiamenti climatici.
Al contempo i Gruppi Operativi Territoriali – G.O.T – degli Amici del Creato nelle Scuole comincino a schedare gli alberi, i grandi alberi secolari del Loro territorio e li adottino.
Forza! Finisca il tempo delle parole e cominci quello dei fatti, si cominci piantando alberi (di noce se possibile). Dal dire al Fare!
Attendiamo notizie, attendiamo iscrizioni, in ogni Scuola, soprattutto in ogni Scuola si attivi il G.O.T. degli Amici del Creato. Contattateci, andate nel sito: www.amicidelcreato.org ed aiutateci a costruirlo mandando Vs. materiale.

Roberto Leoni
Presidente FSN

Chi nelle segreterie riceve questa mail è pregato, per dovere d’ufficio, di trasmetterla al Dirigente Scolastico e questi è pregato, qualsiasi cosa ne pensi, di sottoporla ai docenti.
Sono solo Loro che, nella Loro libertà d’insegnamento, possono servirsene positivamente o cestinarla.

Grazie!