0
Manrico Padovani, Violinista

Testimonial della Fondazione Sorella Natura. 

 

Descritto dalla rivista londinese “The Strad Magazine” come “Eroe del violino”, il violinista Manrico Padovani è stato il primo violinista svizzero in grado di eseguire il ciclo completo dei 24 Capricci op. 1 di N. Paganini in un solo concerto. Nasce a Zurigo da genitori italiani e studia con Aida Stucki-Piraccini a Winterthur e Herman Krebbers ad Amsterdam, perfezionandosi parallelamente con personalità quali R. Ricci, F. Gulli, V. Pikaizen, B. Belkin, D. Zsygmondy e K.H. Stockhausen.

Considerato uno dei maggiori talenti svizzeri, sostenuto attualmente anche dalla violinista Anne-Sophie Mutter tramite la sua Fondazione, vince premi e riconoscimenti al  “Concorso internazionale di musica di Vienna”, al “Ruggiero Ricci’s International Master Competition” di Berlino, all’ “Accademia Chigiana” di Siena.

Vince a livello nazionale anche il “Premio del giubileo” UBS, più volte il premio “Kiefer-Hablitzel” dell’”Associazione dei musicisti svizzeri”, premi nazionali e borse di studio presso le fondazioni “J. Bär” e “Schuler”. Violinista intenso ed espressivo, viene lodato dalla critica specializzata con aggettivi come “Liricità penetrante”, “Violinista indiavolato”, “Un violino che incanta”, “Stella in ascesa” “Virtuoso fulminante”, “Mago del violino”.

Ospite di prestigiosi Festivals come il “Lucerne Festival”, le “Interlakner Festwochen”, il “Bad-Kissinger Sommer” e lo “Schleswig-Holstein Musik Festival”, si esibisce anche in prestigiose sale come la sala grande del Musikverein di Vienna, Alte Oper Frankfurt, Ohji Hall di Tokio, Kultur- e Kongresszentrum Lucerna e molte altre.

Dopo il suo debutto nella grande sala del casino di Basilea si è esibito in Europa, in America del nord e del sud e in Asia accompagnato da orchestre come l’Orchestra Filarmonica di Stoccarda, la Sinfonia Varsovia, l’Orchestra Filarmonica di Praga, l’Akademische Staatskapelle di San Pietroburgo, la Güri Philharmonic Orchestra di Seoul, l’Orchestra Filarmonica di Mosca,  l’Orchestra sinfonica di Basilea, l’Orchestra della Svizzera Italiana, l’Orchestra del Musikkollegium di Winterthur, la Südwestdeutsche Philharmonie di Costanza e la Regina Symphony Orchestra, ecc., con direttori come A. Boreiko, R. Barshai, M. Viotti, H. Griffiths, B. Perrenoud, Jia Lü, P. Altrichter e molti altri.

Accanto alle sue registrazioni su CD e DVD già esistenti (tra le quali spiccano i Concerti per violino e orchestra di Brahms, Beethoven, Prokofjew nr. 1 e Paganini nr. 1), verranno pubblicate prossimamente su CD e DVD esibizioni dal vivo registrate a Vienna (DVD con un Recital virtuosistico per violino solo alla sala Bösendorfer), a Praga (DVD con il concerto op. 61 di Beethoven ed il concerto di Capodanno con pezzi di Sarasate, Saint-Saens e Masenet) e a Seoul (CD con il concerto nr. 2 “La Campanella di Paganini).

Manrico Padovani è stato inoltre invitato a registrare parte della colonna sonora del Film “Sinestesia” di Erik Bernasconi che è stato presentato al festival  internazionale del Film di Berlino 2010. Punti culminanti di questa stagione saranno la Tournée europea sul palco accanto alla violinista star Anne-Sophie Mutter, sua sostenitrice, la pubblicazione della sua nuova incisione  dei 24 capricci op. 1 di N. Paganini e l’inizio della collaborazione con la grande violinista greco russa Natasha Korsakova.Manrico Padovani suona sullo Stradivari “Jupiter” del 1722, gentilmente messo a disposizione dalla Nippon Music Foundation di Tokio.

Non è possibile commentare questo contenuto.