facebook
 sorella natura twitter
segui la FSN sui Social

Iscrizion
i alla fondazione sorella natura

link per iscrizione e cancellazione newsletter


 
La Fondazione

I Testimonial




Natasha Korsakova, Violinista

natasha korsakova

Premio Sirmione Catullo ed Artista dell’Anno 2008 in Italia.
Testimonial della Fondazione Sorella Natura.

Di origini greco-russe nasce a Mosca ed è figlia d'arte. Inizia lo studio del Violino all’età di 5 anni con il nonno Boris Korsakov ed in seguito con il padre, il rinomato violinista Andrej Korsakov, presso la scuola del Conservatorio Tchaikovsky di Mosca. Dopo la prematura scomparsa del padre, continua gli studi con Ulf Klausenitzer a Norimberga e con Saschko Gawriloff a Koeln, riuscendo senza difficoltà nella difficile transizione da “enfant prodige” ad artista adulta.
Ospite di alcuni prestigiosi festivals europei : Liechfield (UK), Schleswig-Holstein, Uto Ughi per Roma, Bad Kissinger , Lockenhaus, Asolo Musica e Tempo Barocco Bergamo, si esibisce anche presso la Sala Grande del Conservatorio di Moskva, la Wigmore Hall London, Alte Oper Frankfurt, Auditorium di Milano, Konzerthaus Berlin, Concertgebouw Amsterdam e Suntory Hall Tokyo .
 
Solista molto apprezzata per la sua musicalità ed ampio repertorio (più di 55 concerti per Violino ed Orchestra)  in Europa  suona regolarmente con la Philharmonisches Staatsorchester Mainz, Iceland Symphony, Düsseldorf Symphoniker, North Czech Philharmonie, Orchestra Filarmonica di Verona,   Orchestra di Padova ed il Veneto, Orchestra Sinfonica Verdi di Milano, Dutch Radio Orchestra. Nell’ottobre 2010 durante una lunga Tournèe negli USA, esegue il concerto n. 1 per Violino ed Orchestra di Schostakowitsch .
E’ ospite regolare dell’Orquesta Municipal di Santiago del Chile - dove è stata nominata “Artista dell’Anno”nel 1998 – e delle Orchestre OFUNAM e “ Nacional de Estado” del Mexico. 
 Oltre ai concerti eseguiti sotto la bacchetta del grande Mtislaw Rostropowitsch, collabora con i direttori: Alun Francis, David Wiley, Ernest Green, Georg Fritzsch, Charles-Olivier Munroe.

Nel 2000 partecipa a Parigi  al concerto in Memorian Dimitri Schostakowitsch su invito di Irina Schostakowitsch.  
Nella stagione 2007/08 è ospite dei "Concerti del Quirinale" a Roma  alla presenza del Presidente della Repubblica Italiana. Nel 2009,  in duo con il pianista Simone Soldati, suona nella meravigliosa cornice di Piazza del Campidoglio.

Corriere della Sera, 21/11/2010, Gian Mario Benzing  in occasione del concerto con l’Orchestra Sinfonica Verdi di MilanoAssagi di infinito con la korsakova”.. l’altro culmine del programma Schostakowitsch n.1..”è la giovane solista Natasha Korsakova a darci quel senso del capolavoro. Con il suo ampio vibrato materico, l’abrasione lieve e dolente, la Korsakova trasforma la tragedia in racconto interiore”

“Il Foglio” del 12 Febbraio 2010, Franco Fayenz  in occasione del concerto  con l’Orchestra da Camera di Padova ed il Veneto presso il Teatro Salieri di legnago “And the winnes is..” ommagio a Armando Trovajoli.
“.... straordinaria violinista ...  bellezza del suono che la distingue,..esalta la profondità dell’interpretazione e l’intensità.. Natasha vola sempre più in alto, ad maiora. E’ un invito al lettore di andarla ad ascoltare, dovunque gli succeda di incontrarla”

Tra i punti culminanti di questa stagione saranno la Tournée in USA e Messico con diversi orchestri americani e l’inizio della collaborazione e la prima registrazione CD con il grande violinista Manrico Padovani.

Appassionata comunicatrice, è spesso ospite - in Italia - di trasmissioni televisive sui canali RAI e SKY.
Nel Novembre 2010 viene invitata a partecipare alla conferenza  “21 minutes Knowledge of Excellence” di Milano, che vanta la partecipazione di ospiti quali David Gross (Premio Nobel di Fisica 2004), Susan Polgar (campionessa di Scacchi ), Woodrow Clark (Premio Nobel per la Pace 2007), Mario Brunello (musicista).
Dal 2006 è testimonial di Laura Biagiotti  “Prêt-à-porter” e durante i suoi concerti, indossa gli abiti della stilista romana.

Natasha Korsakova suona un meraviglioso Violino “1843 Giovanni Francesco Presenda”, messo generosamente a sua disposizione, dalla sua collezione privata, da Giovanni Accornero

Aprile 2009: concerto di Alban Berg “In Memory of an Angel” con la Filarmonica di Mainz . “...la giovane violinista ha affrontato  la parte solistica di questo concerto malinconico e bellissimo .. con grande concentrazione, trasparenza e profonda sensibilità ..” Andreas Hauff Mainzer Rhein-Zeitung. 
Maggio 2009 Beethoven / lOrchestra Filarmonica del Teatro  Plauen / Zwieckau (Germania) “..Natasha Korsakova splendeva per la bellezza del suono,musicalità, tecnica perfetta ed assoluto dominio dello strumento,  grande virtuosa... e spiritualità del suono...”(Vogtlaender Anzeiger, maggio 2009) .

 

 

 




Manrico Padovani, Violinista

natasha korsakova

Testimonial della Fondazione Sorella Natura.

Descritto dalla rivista londinese “The Strad Magazine” come “Eroe del violino”, il violinista Manrico Padovani è stato il primo violinista svizzero in grado di eseguire il ciclo completo dei 24 Capricci op. 1 di N. Paganini in un solo concerto.

Nasce a Zurigo da genitori italiani e studia con Aida Stucki-Piraccini a Winterthur e Herman Krebbers ad Amsterdam, perfezionandosi parallelamente con personalità quali R. Ricci, F. Gulli, V. Pikaizen, B. Belkin, D. Zsygmondy e K.H. Stockhausen.

Considerato uno dei maggiori talenti svizzeri, sostenuto attualmente anche dalla violinista Anne-Sophie Mutter tramite la sua Fondazione, vince premi e riconoscimenti al  “Concorso internazionale di musica di Vienna”, al “Ruggiero Ricci’s International Master Competition” di Berlino, all’ “Accademia Chigiana” di Siena.
Vince a livello nazionale anche il “Premio del giubileo” UBS, più volte il premio “Kiefer-Hablitzel” dell’”Associazione dei musicisti svizzeri”, premi nazionali e borse di studio presso le fondazioni “J. Bär” e “Schuler”.

Violinista intenso ed espressivo, viene lodato dalla critica specializzata con aggettivi come “Liricità penetrante”, “Violinista indiavolato”, “Un violino che incanta”, “Stella in ascesa” “Virtuoso fulminante”, “Mago del violino”.

Ospite di prestigiosi Festivals come il “Lucerne Festival”, le “Interlakner Festwochen”, il “Bad-Kissinger Sommer” e lo “Schleswig-Holstein Musik Festival”, si esibisce anche in prestigiose sale come la sala grande del Musikverein di Vienna, Alte Oper Frankfurt, Ohji Hall di Tokio, Kultur- e Kongresszentrum Lucerna e molte altre.
Dopo il suo debutto nella grande sala del casino di Basilea si è esibito in Europa, in America del nord e del sud e in Asia accompagnato da orchestre come l’Orchestra Filarmonica di Stoccarda, la Sinfonia Varsovia, l’Orchestra Filarmonica di Praga, l’Akademische Staatskapelle di San Pietroburgo, la Güri Philharmonic Orchestra di Seoul, l’Orchestra Filarmonica di Mosca,  l’Orchestra sinfonica di Basilea, l’Orchestra della Svizzera Italiana, l’Orchestra del Musikkollegium di Winterthur, la Südwestdeutsche Philharmonie di Costanza e la Regina Symphony Orchestra, ecc., con direttori come A. Boreiko, R. Barshai, M. Viotti, H. Griffiths, B. Perrenoud, Jia Lü, P. Altrichter e molti altri.

Accanto alle sue registrazioni su CD e DVD già esistenti (tra le quali spiccano i Concerti per violino e orchestra di Brahms, Beethoven, Prokofjew nr. 1 e Paganini nr. 1), verranno pubblicate prossimamente su CD e DVD esibizioni dal vivo registrate a Vienna (DVD con un Recital virtuosistico per violino solo alla sala Bösendorfer), a Praga (DVD con il concerto op. 61 di Beethoven ed il concerto di Capodanno con pezzi di Sarasate, Saint-Saens e Masenet) e a Seoul (CD con il concerto nr. 2 “La Campanella di Paganini).

Manrico Padovani è stato inoltre invitato a registrare parte della colonna sonora del Film “Sinestesia” di Erik Bernasconi che è stato presentato al festival  internazionale del Film di Berlino 2010.

Punti culminanti di questa stagione saranno la Tournée europea sul palco accanto alla violinista star Anne-Sophie Mutter, sua sostenitrice, la pubblicazione della sua nuova incisione  dei 24 capricci op. 1 di N. Paganini e l’inizio della collaborazione con la grande violinista greco russa Natasha Korsakova.

Manrico Padovani suona sullo Stradivari “Jupiter” del 1722, gentilmente messo a disposizione dalla Nippon Music Foundation di Tokio.


© 2007-2012 F. Sorella Natura