facebook
 sorella natura twitter
segui la FSN sui Social

Iscrizion
i alla fondazione sorella natura

link per iscrizione e cancellazione newsletter


 
 
Progetti in corso

AMBIENTIAMOCI A SCUOLA
ANNO SCOLASTICO 2014-2015

NEWS
n. 10 - 11 Novembre 2014

Si avvicina la data del 29 Novembre, che è il giorno anniversario della proclamazione di S. Francesco d’Assisi a Patrono dei Cultori dell’Ecologia.
Da alcuni anni ricordiamo tale data anche come GIORNATA per la CUSTODIA del CREATO, particolarmente rivolta alle Scuole, in tutte le componenti, ed alle Amministrazioni Territoriali.
Lo facciamo anche tenendo conto che le Scuole che volessero aderire all’invito della C.E.I, non possono celebrarla perché il giorno 1 settembre le Scuole sono chiuse.
Ovviamente la Custodia del Creato non può esser ridotta ad una giornata celebrativa, guai se fosse cosi: di giornate celebrative, che non servono praticamente a nulla ce ne sono anche troppe.

La Custodia del Creato esige un “habitus” formativo, etico-cognitivo e comportamentale, orientato operativamente verso nuovi stili di vita, fondati sulla solidarietà, la legalità, la frugalità … valori tutti da recuperare nei comportamenti concreti.
Tuttavia riteniamo che un richiamo, serio, in un giorno speciale, fondato sull’insegnamento di quel “Santo dell’Umanità” che è stato, è, S. Francesco d’Assisi, possa esser utile, se ben realizzato.

Cercando questo abbiamo proposto da qualche anno che in quel giorno (anche in altri orientandosi però verso questo evento), venga piantato un (anche più di uno) albero di noce assunto a simbolo di SAGGIA ECOLOGIA. Questo perché:

La tradizione cristiana, come posta nel quadro di Piero della Francesa, il Battesimo di Gesù - conservato alla Nacional Gallery di Londra – vuole che Gesù fosse battezzato all’ombra di un noce.
Il noce, noce italico (Juglans Regia), specie arborea di grande pregio, coltivabile dalle Alpi alla Sicilia, è simbolo di economia solidale - produrrà legname prezioso per i nipoti di chi lo ha piantato La tradizione contadina, vigente in tutt’Italia, voleva che il nonno piantasse un noce alla nascita di un nipote… il noce è albero ricco di echi francescani: S. Antonio che predicava su di un noce in Campo SanPiero (PD), il manzoniano fra Galdino cercatore di noci…
Il noce era fonte di frescura in ogni aia contadina, i suoi frutti, le noci, sono cibo povero, prezioso, salubre…il suo legno è di grande pregio economico… la specie noce italico è oggi quasi scomparsa perché di lento accrescimento ed è soppiantata dalla più veloce e produttiva, meno pregiata, noce californiana; piantando un albero di noce italica si effettua anche un’operazione di salvaguardia della biodiversità.
La lenta crescita del noce aiuta ad educare a non vivere alla giornata e consumisticamente.
Il 29 Novembre, o in altri giorni richiamandosi a questa data, recuperando in essa anche i valori delle scomparse festa degli alberi e giornata del risparmio, gli alunni delle Scuole Italiane sono invitati dalla Fondazione SORELLA NATURA a porre a dimora le piantine di noce, in aree appositamente individuate in accordo, se possibile, con il Comune.
Questi luoghi potranno esser denominati “Bosco del Cantico”.
Una legge, poco rispettata, imporrebbe ai Comuni di piantare un albero alla nascita di ogni bambino; per questa occasione le Scuole Italiane, docenti ed alunni, sono invitate ad andare dal Loro Sindaco e domandare che questa legge sia rispettata e che quindi si allestisca un apposito spazio: “Bosco del Cantico” ove, ogni 29 Novembre, si piantino, da parte delle Scuole, tanti noci quanti sono i bambini nati nell’anno, ciascun noce con il nome del bambino cui è dedicato!

DATECI NOTIZIA, ANCHE AUDIO/VIDEO, DI QUANTO FARETE!!!

Roberto Leoni
presidente

 

© 2007-2012 F. Sorella Natura